Archivio mensile:Dicembre 2017

Weah presidente della Liberia, quando a Milanello diceva: «Conosco la fame, non farò mai politica»

di Gian Antonio Stella (corriere.it, 29 dicembre 2017)

«Dormivamo in quattordici in una stanza. La nonna nel letto e noi tredici fratelli sul pavimento. Mio padre William e mia madre By si erano separati e se n’erano andati lontani, la nonna aveva radunato tutta la famiglia in una stanza e affittava il resto della casa per qualche soldo. Mangiavamo riso. Riso e basta. Avevo sempre fame». Così raccontò la sua vita, un po’ di anni fa, George Weah.Weah-Liberia-Election Continua la lettura di Weah presidente della Liberia, quando a Milanello diceva: «Conosco la fame, non farò mai politica»

Ma quali dèi, oggi i divi sono persone comuni. E vivono online

di Marco Belpoliti (espresso.repubblica.it, 22 dicembre 2017)

Giorgio Selva, il protagonista del film Gli sdraiati, viene riconosciuto per strada; persino in ospedale la gente gli chiede di fare un selfie con lui; c’è poi chi gli sputa davanti in segno di disprezzo, ma anche questo è un segno evidente di popolarità. Selva è un giornalista.Mike-Grillo Continua la lettura di Ma quali dèi, oggi i divi sono persone comuni. E vivono online

Disney ha fatto la versione robot di Donald Trump

(ilpost.it, 19 dicembre 2017)

La versione robot di Donald Trump realizzata da Disney per il suo parco divertimenti in Florida è stata presentata al pubblico lunedì 18 dicembre durante la riapertura ufficiale dell’attrazione Disney Hall of Presidents dopo alcuni lavori di ristrutturazione. Il robot di Trump fa parte di un’installazione con versioni robot di tutti i presidenti statunitensi: sono su un palco e recitano in un breve spettacolo sulla Storia degli Stati Uniti.Disney robot Trump Continua la lettura di Disney ha fatto la versione robot di Donald Trump

“Star Wars: Gli ultimi Jedi” sotto attacco dei gruppi alt-right

di Paolo Armelli (wired.it, 22 dicembre 2017)

Che un film di Guerre Stellari piaccia o meno al pubblico, e soprattutto ai commentatori online, sembra sia diventata una questione di capitale importanza. Non bastano i dati oggettivi di un successo strabiliante nelle sale cinematografiche di tutto il mondo (con quasi 600 milioni di dollari d’incasso), perché nell’epoca delle opinioni social hanno notevole rilevanza anche i siti online, come Rotten Tomatoes, che aggregano le recensioni e formulano un punteggio sintetico sui film in uscita.Rey Continua la lettura di “Star Wars: Gli ultimi Jedi” sotto attacco dei gruppi alt-right

Quando la politica è un racconto di fantascienza

di Massimiliano Panarari («D», suppl. a «la Repubblica», 2 dicembre 2017)

Fantascienza, o fantapolitica? Le “guerre stellari” della comunicazione politica si fanno sempre di più a colpi di citazioni e di rimandi a un immaginario a metà tra la science fiction e i fumetti dei supereroi. E la fantascienza si afferma sempre di più come chiave di lettura dei fenomeni del nostro inquieto presente, e quale modello comunicativo (per la politica, appunto, come per l’azienda).Obama-Joker-2010 Continua la lettura di Quando la politica è un racconto di fantascienza

Net neutrality, Mark Hamill stronca il repubblicano Ted Cruz: “Un Jedi non sei”

di Anna Lombardi (repubblica.it, 18 dicembre 2017)

Proveremo a raccontarla così: l’Impero colpisce ancora, e cancella le regole sulla net neutrality negli Usa. Ma deve vedersela, almeno su Twitter, con l’ultimo Jedi… No, non è la parodia dell’ultimo Star Wars ma il succo di un curioso siparietto consumatosi sui social durante il weekend.LukeSkywalker Continua la lettura di Net neutrality, Mark Hamill stronca il repubblicano Ted Cruz: “Un Jedi non sei”