A Trump non è piaciuto l’Oscar per “Parasite”

(ilpost.it, 21 febbraio 2020)

Durante un comizio a Colorado Springs, il presidente statunitense Donald Trump ha criticato la vittoria agli Oscar di Parasite, film sudcoreano e primo film non in Inglese a vincere il premio più importante. «Quanto ha fatto male l’Academy Awards quest’anno…Parasite_Trump Continue reading

Il presidente del Turkmenistan ne ha fatta un’altra delle sue

(ilpost.it, 15 febbraio 2020)

Alla fine dello scorso anno il presidente del Turkmenistan, il 62enne Gurbanguly Berdymukhammedov, ha smesso da un giorno all’altro di tingersi i capelli, che da neri sono diventati del loro colore naturale, grigi. Poco dopo il regime turkmeno, uno dei più autoritari al mondo, ha ordinato a tutti i barbieri della capitale Ashgabat di non tingere più i capelli agli uomini.

Chronicles of Turkmenistan via YouTube

Chronicles of Turkmenistan via YouTube

Continue reading

A Rula Jebreal il tweet con la foto di Trump costa accuse di bodyshaming

(blitzquotidiano.it, 11 febbraio 2020)

Rula Jebreal, fresca di monologo al Festival di Sanremo, su Twitter posta una foto di Donald Trump con il segno della lampada abbronzante ben evidente e i capelli tinti al vento, sotto la dicitura “The President Of The United States”. E il Web si indigna.

Rula Jebreal via Twitter

Rula Jebreal via Twitter

Continue reading

Finalmente un discorso sulle disuguaglianze. Peccato che a farlo sia Joaquin Phoenix e non un politico

di Luca Telese (tpi.it, 10 febbraio 2020)

Fateci caso. Un discorso fortemente politico è stato trasformato da molti media in un discorso privato. Ed è ovvio che fosse giusto e toccante l’omaggio familiare di Joaquin Phoenix che, dopo aver ricevuto il premio Oscar, ha ricordato il fratello morto. Ma il titolo non era quello.

Ph. Kevin Sullivan / Zuma Wire

Ph. Kevin Sullivan / Zuma Wire

Continue reading

Il significato politico dei capelli

di Ellen Burney (vogue.it, 18 novembre 2019)

Da sempre i tagli di capelli hanno una forte connotazione politica. Negli anni Venti le flapper girls esprimevano la loro voglia di libertà portando il caschetto, vedasi il Bloomsbury Set, o tagli più corti e maschili, come l’artista di fama internazionale Josephine Baker con il suo eton crop.

adoc-photos

adoc-photos

Continue reading