Per l’anno nuovo lo star system s’impegna

Bono e gli U2 celebrano Mandela, Gigi D’Alessio solidarizza con i forconi e Povia canta le sue teorie complottiste

di Luca Bottura («Sette», suppl. al «Corriere della Sera», 3 gennaio 2014)

Progetti per il futuro? La più ovvia delle domande nei più ovvi talk show trova una risposta preventiva su Sette. Leggete qui e scoprirete come sarà il 2014 di alcuni tra i più noti esponenti dello star system mondiale, e anche Povia, tutti all’insegna della tendenza che caratterizzerà l’anno ch’è appena nato: la canzone impegnata.

THE BEATLES Dopo l’album di inediti realizzato per preservare i diritti, i Fab Four tornano nei negozi con un nuovo lavoro realizzato riproducendo le voci di John e George attraverso un sofisticato algoritmo. Purtroppo l’algoritmo è lo stesso utilizzato per i microchip dei Cinque Stelle e quindi il primo singolo si intitolerà: Go to fuck yourself.

POVIA Il cantautore ha alle viste uno strepitoso cd autoprodotto dal titolo Nuovo contrordine mondiale in cui elaborerà in musica alcune delle teorie complottiste e antimondialiste che albergano sul suo blog*. Prenotatelo ora, perché è talmente pacificante e universale che dopo la pubblicazione è previsto l’olocausto nucleare.

VASCO ROSSI Tutto pronto per il nuovo tour live di Vasco, “Clìppìno 2014 – Italia Sveglia”. Ancora da chiarire le date, perché il Blasco le ha comunicate a voce e nessuno è ancora riuscito a decifrare ciò che ha detto.

PSY L’indimenticato ciccione interprete di Gangnam Style, dopo il flop del suo secondo singolo, ha in mente di aprirsi al mercato nordcoreano. Tenterà di farsi passare per il caro leader Kim Jong Un e di sostituirlo al potere per lanciare una versione house de L’Internazionale. Rosee le prospettive: se ce la facesse, la dittatura comunista avrebbe i secondi contati. Se non ce la farà, potrà scrivere tormentoni durante il carcere a vita.

JUSTIN BIEBER / GIGI D’ALESSIO Dopo aver minacciato il ritiro dalle scene nel 2013, riveleranno che si trattava di un’astuta manovra per lanciare il nuovo album di duetti intitolato A Journey Into Neo-Melodic. Il primo showcase è stato organizzato da D’Alessio il giorno della Befana nella corsia di sorpasso della Salerno-Reggio, in segno di solidarietà ai forconi, alla terra dei fuochi e ai martiri di Anna Tatangelo. Previsto il tutto esaurito: Gigi.

U2 I diversi articoli in ricordo di Nelson Mandela pubblicati da Bono dopo la sua dipartita (di Mandela, non di Bono), che sommati l’uno all’altro potrebbero agilmente coprire la distanza tra la Terra e Marte, erano il preludio a un album celebrativo dal titolo molto evocativo: Siae Tribute Tour 2014. L’omaggio degli U2 fa da apripista ad altri lavori dedicati a Madiba tra i quali quelli di Lady Gaga, del Coro dell’Armata Rossa con Zucchero, e dei Pooh, di cui Mandela era fan sin da bambino.

JOVANOTTI Chi non aveva bisogno di scoprire la musica d’impegno è Lorenzo, che per il 2014 ha pronta una riedizione del suo celeberrimo Penso positivo, dedicata a Papa Francesco. Il verso clou: «Io penso che a questo mondo esista solo una grande chiesa, ma prima che c’era il crucco la situazione era un po’ tesa, da quando ne ha preso il posto quel tipo tosto e un po’ argentino, la gente è così contenta che lui tra un po’ trasforma l’acqua in vino». I ricavati saranno interamente devoluti ai bambini poveri privi di una suite sul CentraI Park.

* Questa è vera

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>