Soldatini vs dinosauri: la spiazzante ripicca di Toninelli e Di Maio

di Antonio Gurrado (ilfoglio.it, 22 settembre 2020)

Come quando da bambini tentavamo incongruamente di accostare giocattoli diversi in cerca di emozioni nuove – soldatini contro dinosauri, macchinine che cavalcavano peluche –, lo stesso effetto di colpevole straniamento con un tocco d’incoercibile inquietudine è stato attinto, stamane, dai titoli sulla vendetta di Toninelli e Di Maio contro Billy Costacurta. È successo che l’ex centrale difensivo del Milan abbia dichiarato di votare per il No anche onde evitare di vedere i sorrisi trionfanti di Toninelli e Di Maio; i quali Toninelli e Di Maio, a scrutini conclusi, si sono concessi un selfie e hanno pubblicato sui social i propri sorrisi trionfanti con la didascalia “Grazie Billy”.

Danilo Toninelli via Instagram

Danilo Toninelli via Instagram

Ora, la questione non è né la liceità né l’opportunità della ripicca del ministro degli Esteri nei confronti di un libero elettore, o di Toninelli nei confronti di qualcuno che sappia fare qualcosa. Il punto è piuttosto che Toninelli e Di Maio da un lato, Billy Costacurta dall’altro, afferiscono a due sfere sideralmente distanti dell’intrattenimento, e combinarli è spiazzante; a meno che l’immagine vada letta non per il suo valore estetico, bensì per quello programmatico.

Sistemati i parlamentari, quale altra categoria è composta da ricchi viziati che vanno sempre in tv e fanno la bella vita mentre noi paghiamo? Sulla schiena di chi verrà appiccicato il prossimo bersaglio dell’invidia distruttrice dei 5 Stelle? Esatto, i calciatori. Quindi c’è caso che, mentre discutiamo ingenuamente di portare un migliaio di tifosi allo stadio, un domani scendano in campo squadre tagliate a sette giocatori ciascuna, per risparmiare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>