Le mille piroette di BoJo il camaleonte

di Marta Allevato (agi.it, 24 luglio 2019)

Nato a New York il 19 giugno 1964 da genitori inglesi, Alexander Boris de Pfeffel Johnson, da sempre chiamato in famiglia semplicemente Al, trascorre l’infanzia tra il Regno Unito e gli Usa cambiando casa trentadue volte in quattordici anni. Si stabilisce a Bruxelles, dove il padre Stanley, che negli Stati Uniti lavorava alla Banca mondiale, diventa funzionario della Commissione europea.Boris-Johnson-Olympics Continue reading

Morrissey, il nuovo album e quella spilletta che rovina tutto

di Gianni Santoro (repubblica.it, 14 maggio 2019)

La citazione è nota e gliela rinfacciano spesso: “Non dimenticare le canzoni che ti hanno fatto piangere e le canzoni che ti hanno salvato la vita”, cantava Morrissey nel 1985 in Rubber ring, una delle tante canzoni con cui il suo gruppo, gli Smiths, segnò la vita di una comunità di fan che con gli anni sarebbe cresciuta a dismisura ben oltre lo status di cult band. Gliela rinfacciano per dirgli che è cambiato, che non è rimasto molto di quell’adolescente che piangeva nella cameretta di Manchester ascoltando le sue canzoni preferite ora che è diventato un burbero e controverso signore di mezza età (il 22 maggio sono 60) sempre pronto a sfidare i suoi fan a colpi di dichiarazioni in odore di sovranismo britannico.

Morrissey on “The Tonight Show starring Jimmy Fallon” May 13, 2019 Ph. Andrew Lipovsky / Nbc

Morrissey on “The Tonight Show starring Jimmy Fallon”
May 13, 2019
Ph. Andrew Lipovsky / Nbc

Continue reading

Elton John contro la Brexit: «Sono un cittadino europeo, non un idiota inglese imperialista»

(huffingtonpost.it, 31 maggio 2019)

Elton John, durante il concerto all’Arena di Verona del 29 maggio, ha detto di essersi vergognato del voto dei propri connazionali sulla Brexit: «Mi vergogno del mio Paese per quello che ha fatto. Si sono divise le persone. Sono stufo a morte dei politici, specialmente dei politici britannici. Sono stanco della Brexit. Io sono europeo. Non sono uno stupido, idiota inglese imperialista».

Mondadori Portfolio via Getty Images

Mondadori Portfolio via Getty Images

Continue reading

Elezioni Europee 2019, Sting: «Per la prima volta non ho votato laburisti. No alla Brexit»

(tg24.sky.it, 27 maggio 2019)

In occasione delle elezioni europee il cantante britannico Sting, pseudonimo di Gordon Matthew Thomas Sumner, ha affermato: «Credo che le elezioni europee di solito siano un voto di protesta, un modo per dire al governo che sta andando nella direzione sbagliata. Anch’io ho espresso un voto di protesta: per la prima volta nella mia vita non ho votato per i laburisti ma per i liberal democratici perché erano contro la Brexit».

Ph. Francesco Prandoni

Ph. Francesco Prandoni

Continue reading

Mick Jagger, due nuove canzoni fra fake news, migranti e politici clown

Il cantante dei Rolling Stones pubblica a sorpresa England Lost e Gotta Get a Grip. I testi come risposta all’«epoca di confusione e frustrazione che stiamo vivendo»

di Andrea Laffranchi (corriere.it, 27 luglio 2017)

Così arrabbiato con il mondo non lo si vedeva da tempo. Forse da mai. Mick Jagger, con o senza Rolling Stones, non è stato mai uno da canzoni di protesta. Tranne la sessantottina Street Fighting Man e la più recente invettiva anti Bush Sweet NeoCon lui e la band hanno preferito raccontare altre storie.jagger_grip Continue reading