Le bufale su Mussolini di Bruno Vespa ad “Agorà”

di Gianmichele Laino (giornalettismo.com, 17 novembre 2020)

Pensavamo che il debunking su Benito Mussolini fosse ormai un vecchio esercizio di stile, dal momento che l’ormai tradizionale e nostalgico motto del “quando c’era lui” è stato smentito in tutto o in parte dalle narrazioni successive di storici ed esperti. Invece, ci sembra di capire che per i boomer questa cosa funzioni ancora e che possa fare ancora tendenza raccontare che il capo del fascismo fondò l’Inps e stabilì la settimana di quaranta ore. Lo ha detto Bruno Vespa, la mattina del 17 novembre, ad Agorà [su Rai 3 – N.d.C.], presentando il suo libro sul fascismo Perché l’Italia amò Mussolini.Vespa_Mussolini_Agora Continue reading

Il duello (ma per cosa?) dei due Mattei a favore di telecamere e di tweet

di Sofia Ventura (linkiesta.it, 16 ottobre 2019)

In origine furono i dibattiti tra i candidati presidenziali: Kennedy versus Nixon nel 1960 il primo, rimasto memorabile. Nel 1984 un magistrale Reagan ebbe la meglio su Mondale. Nell’ultimo dibattito tra Trump e Hillary Clinton, il primo mise in scena tutta la sua “originale” teatralità. La sinistra che non ha il “monopolio del cuore” è passata alla storia grazie all’aristocratico Valéry Giscard d’Estaing confrontato al Mitterrand che per la seconda volta, nel 1974, tentava l’arrembaggio all’Eliseo.duello_due_mattei Continue reading

Sindrome di Gulliver. Il ministro e il modellino del ponte

di Michele Smargiassi (blogautore.repubblica.it, 15 settembre 2018)

Sorride felice come un bambino perché questo fa un bambino quando tiene in mano un giocattolo: sorride, perché tenere in mano un giocattolo trasforma chiunque in un bambino. I modellini sono giocattoli speciali, sono l’essenza del giocattolo: sono miniature (le bambole come le automobiline) che rendono il mondo letteralmente maneggevole per le piccole, inesperte mani del bambino.toninelli-ponte-vespa Continue reading

«Io come Reagan e Schwarzenegger. Non mi ritiro, so che mi voteranno»

Magalli: una senatrice pd mi dice che darà un segnale. E i due ex attori governarono bene. Mi scelgono per protesta? Io mi presto volentieri. E capisco i giovani

di Fabrizio Roncone (corriere.it, 29 gennaio 2015)

«Ieri sera, in un ristorante, ho incontrato una senatrice del Pd, che mi ha detto: “Magalli, parola d’onore: alla prima votazione, giovedì pomeriggio, io la voto sicuramente. E come me, vedrà, tanti altri. Perché un segnale anche noi dobbiamo pur darlo, non crede?”».Magalli_tophat

Continue reading

Magalli al Quirinale, lui scherza su Facebook. «Insurrezione sorridente. E io non mi ritiro»

(ilmattino.it, 22 gennaio 2015)

Roma – Giancarlo Magalli al Quirinale: l’ipotesi è diventata un fenomeno virale. Perché prima ancora dei grandi elettori e del Parlamento è il Web a decidere chi è l’uomo migliore per diventare presidente della Repubblica. Una settimana fa su Facebook è nato un movimento volto a sostenere la candidatura del conduttore de I fatti vostri, ma ora è direttamente Giancarlo a parlarne postando una foto che lo vede con una corona in testa.Magalli_for_president

Continue reading