L’attore Steven Seagal ha ricevuto un incarico di rappresentanza dal ministero degli Esteri della Russia

(ilpost.it, 5 agosto 2018)

L’attore di film d’azione Steven Seagal ha ricevuto dal ministero degli Esteri russo l’incarico di rappresentante speciale per i rapporti con gli Stati Uniti. Seagal è americano ma da anni è in stretti rapporti con il presidente russo Vladimir Putin e nel 2016 ha ricevuto la cittadinanza russa.

Alexey Druzhinin / Afp / Getty Images

Ph. Alexey Druzhinin / Afp / Getty Images

Continue reading

Angelina Jolie tra i rifugiati siriani a Mosul: «Mai vista una devastazione simile»

(repubblica.it, 17 giugno 2018)

L’inviata dell’Onu per i rifugiati Angelina Jolie ha visitato oggi il campo profughi di Domiz, nel Nord dell’Iraq, che accoglie oltre 33mila persone sfollate da tutta la Siria nel corso dei sette anni di guerra. L’attrice, da molti anni impegnata con l’Unhcr per la causa dei rifugiati in tutto il mondo, ha incontrato nel campo alcune famiglie.Jolie-Mosul Continue reading

Musica e diplomazia: il K-pop canta al Nord. Ma Kim boccia la stella di “Gangnam Style”

di Guido Santevecchi («Corriere della Sera», 31 marzo 2018)

Pechino – C’è anche Psy, il divo del tormentone Gangnam Style, al tavolo dei colloqui tra le due Coree impegnate in un tour de force diplomatico. O meglio, c’è l’ombra del rapper sudcoreano, perché il governo di Seul avrebbe voluto mandarlo al Nord per un concertone e a quanto pare il regime di Pyongyang ha messo il veto.psy_gangnam_style Continue reading

A una cantante pop affidato il compito del delicato rapporto fra le due Coree (per i Giochi olimpici)

(huffingtonpost.it, 21 gennaio 2018)

Il delicato rapporto fra le due Coree è in mano a una cantante pop. Una delegazione della Corea del Nord, guidata da Hyon Song-Wol, cantante di un complesso pop femminile molto popolare nel suo Paese chiamato Moranbong Band e fondato dallo stesso leader Kim Jong-Un, è arrivata a Seul.

Getty Images

Getty Images

Continue reading

Dal ring alla diplomazia, l’ex wrestler amico di Kim

Il lottatore giapponese Antonio Inoki, oggi senatore, è stato in visita a Pyongyang 32 volte. Nei fumetti era il nemico dell’Uomo Tigre. Ora parla di nucleare con i vertici dell’esercito

di Guido Santevecchi («Corriere della Sera», 16 settembre 2017)

Da quando nel dicembre del 2011 ha ereditato il potere assoluto, Kim Jong-un non ha incontrato alcun capo di governo straniero; l’ambasciatore britannico a Pyongyang, per vedere da vicino il Maresciallo, dovette accettare di salire su un vagone delle montagne russe che il giovane leader stava inaugurando. Nessun colloquio con Xi Jinping, il presidente della Cina che pure salva la Nord Corea dal collasso economico.Dennis-Rodman-Interview-Kim-Jong-Un-is-Friend-for-Life Continue reading