È stato arrestato un giornalista in Russia, e poi sono successe cose inaspettate

(ilpost.it, 11 giugno 2019)

Giovedì scorso le forze di sicurezza russe hanno arrestato a Mosca Ivan Golunov, giornalista investigativo molto rispettato del giornale on line Meduza, uno dei pochi media indipendenti e critici verso il regime del presidente Vladimir Putin. Golunov è stato arrestato per possesso illegale di grandi quantità di droga, accusa però che è sembrata fin da subito stare poco in piedi.

Ph. Dmitry Serebryakov / Ap Photo

Ph. Dmitry Serebryakov / Ap Photo

Continue reading

Claudio Cecchetto: «Ho fatto “Gioca Jouer” posso fare anche il sindaco»

di Emilio Marrese («Il Venerdì di Repubblica», 14 dicembre 2018)

Più che sindaco, Claudio Cecchetto vorrebbe essere eletto impresario di Misano Adriatico. “Viva Misano viva” si chiamerà la lista che il sessantaseienne talent scout musicale ha creato per candidarsi alle comunali primaverili della cittadina romagnola, tredicimila abitanti tra Riccione e Cattolica.ClaudioCecchetto Continue reading

Eurovision Song Contest 2019, Madonna con le bandiere di Israele e Palestina

(repubblica.it, 19 maggio 2019)

Una bandiera israeliana sulla schiena di un ballerino e quella palestinese su quella di un’altra, con i due che si abbracciano al termine della canzone. È il messaggio lanciato da Madonna dal palco della finale dell’Eurovision a Tel Aviv. Per la sua performance la popstar americana ha scelto una versione nuova di zecca per i 30 anni di Like a prayer e poi Future – quello delle bandiere –, brano inedito dal suo prossimo album Madame X in uscita a giugno.

YouTube screenshot

YouTube screenshot

Continue reading

7 modi in cui Leonardo DiCaprio è impegnato a salvare il pianeta

di Roberta Cecchi (cosmopolitan.com, 12 marzo 2019)

Attore, attivista e ambientalista, Leonardo DiCaprio è riuscito nel difficile intento di rendere il mondo (e i cinema) un posto migliore, salvando (in almeno 7 modi differenti) il pianeta da un lento e inesorabile tracollo. “Da un grande potere derivano grandi responsabilità”.

Ph. Venturelli / Getty Images

Ph. Venturelli / Getty Images

Continue reading

George Weah è un campione. Ma di autogol

di Pietro Veronese («Il Venerdì di Repubblica», 26 ottobre 2018)

I media hanno poca memoria e ancor meno pazienza. Nove mesi fa, il 22 gennaio, George Weah diventò presidente della Liberia. Nel mondo intero si raccontò la favola bella del campione di calcio figlio di povera gente, primo e unico titolare di passaporto africano a essere insignito del Pallone d’Oro, nel 1995, eletto infine a 51 anni Capo dello Stato.LIBERIA-POLITICS-VOTE Continue reading