Her Majesty The Queen

di Rosa Viscardi

Il 1° aprile 2012, quando il Daily Mail anticipa che all’apertura delle Olimpiadi di Londra Queen Elizabeth potrebbe comparire al fianco di James Bond, tutti pensano a uno scherzo. La sera del 27 luglio, invece, il suo ingresso in scena davanti a un miliardo di telespettatori è preceduto da un trucco cinematografico a effetto.ElizabethII_Bafta.jpg Continue reading

Tatuaggi, inni (e insulti). Le celebrità si schierano sull’indipendenza scozzese

di Giuseppe Sarcina («Corriere della Sera», 24 luglio 2014)

LONDRA – James Bond, nella sua versione più classica, è a favore. J.K. Rowling, la creatrice di Harry Potter, è contro. Per la rockstar David Bowie deve essere no, assolutamente no. Per la popstar Annie Lennox, forse sì, non sa ancora bene, ci vuole pensare. Il 18 settembre in Scozia si vota per l’indipendenza, per continuare la convivenza con Londra, che dura dal 1707; oppure per diventare uno Stato indipendente, sicuramente con un’altra bandiera, probabilmente con un’altra moneta. Poche settimane fa il settimanale Economist osservava che la situazione è surreale. L’elettorato del Regno Unito si trova di fronte una scelta potenzialmente traumatica, eppure non ci sono segnali di forte mobilitazione. Nelle piazze non si vedono cortei di «secessionisti» o di «unionisti». Il tema non pare, almeno per ora, infiammare l’opinione pubblica. In compenso ci sono le star. Continue reading