Archivi tag: Jimmy Carter

Un pugnale alla gola della democrazia americana

di Gianni Riotta (huffingtonpost.it, 6 gennaio 2022)

“Un anno fa, in questo sacro luogo, la nostra democrazia è stata attaccata. La volontà popolare è finita sotto assalto. La Costituzione ha affrontato la minaccia più grave. Per la prima volta nella nostra Storia, un presidente, che aveva perso le elezioni, ha provato a impedire il pacifico scambio di poteri, mentre una teppa violenta invadeva il Campidoglio. Hanno fallito. Questa è la verità: l’ex presidente degli Stati Uniti ha creato e diffuso una ragnatela di bugie sulle elezioni del 2020. Perché crede al potere, non ai principi ideali e vede i propri interessi al di sopra di quelli del Paese… Il suo ego sconfitto pesava più della democrazia e della Costituzione. Non ha accettato di perdere… Non si ama il Paese solo quando si vince. Non si è patrioti mentendo. Chi ha invaso Capitol Hill, e i mandanti, hanno puntato un pugnale alla gola della democrazia”.

Ph. Eric Thayer / The New York Times – Redux

Continua la lettura di Un pugnale alla gola della democrazia americana

L’attentatore di Ronald Reagan con l’ossessione per Jodie Foster

di Giacomo Galanti (huffingtonpost.it, 6 dicembre 2021)

Dopo quarant’anni passati in un manicomio criminale, John Hinckley a metà 2022 dovrebbe tornare libero. Hinckley diventa famoso in tutto il mondo il 30 marzo 1981 per aver cercato di uccidere il presidente degli Stati Uniti. Il 26enne infatti si era appostato tra i reporter e i curiosi che aspettavano Ronald Reagan a Washington per poi sparare sei colpi, che oltre al presidente colpirono due membri della scorta. Dopo averlo arrestato, gli agenti dell’Fbi fanno irruzione nella stanza d’albergo di Hinckley, dove trovano foto, ritagli di giornale e lettere dedicati a un volto noto di Hollywood: l’attrice Jodie Foster. Allora la Foster, raggiunta la fama con il ruolo della prostituta minorenne in Taxi Driver, studiava all’Università di Yale.

Ph. Mike Evens / Getty Images

Continua la lettura di L’attentatore di Ronald Reagan con l’ossessione per Jodie Foster

Addio a Walter Mondale, storico sfidante di Ronald Reagan

di Massimo Basile (agi.it, 20 aprile 2021)

Vicepresidente con Jimmy Carter e candidato presidente per i democratici nel 1984, Walter Mondale, scomparso oggi a 93 anni a Ceylon, Minnesota, resterà per gli americani l’uomo discreto della politica pre-show, quello che, masticando il sigaro, rifiutò di mischiare vita privata e politica, e trasformare le tragedie personali in strumento elettorale. Nei suoi comizi da candidato presidente, Mondale era quello che denunciava la crisi degli agricoltori evitando di raccontare la storia del padre che aveva perso tutto nel 1920 con il collasso dei prezzi del grano. Era quello che lanciava grida d’allarme sull’aumento dei costi delle polizze sanitarie senza raccontare della madre, che aveva perso la copertura quando si ammalò di cancro.

Ph. Jim Wells / Ap
Ph. Jim Wells / Ap

Continua la lettura di Addio a Walter Mondale, storico sfidante di Ronald Reagan

Il vero gesto atletico

di Emanuela Audisio (vanityfair.it, 15 giugno 2020)

La libertà di giocare. Quella lo sport la perse, anzi gli fu tolta. Niet a Mosca 1980. Gli atleti pagarono sulla loro pelle le ragioni di Stato. I pugni di Città del Messico ’68, l’illusione di poter contare, non solo in una corsia, era svanita, in più ci aveva già pensato Settembre Nero a Monaco ’72 a insanguinare tutto e a ribadire che lo sport poteva essere sequestrato, calpestato, ammazzato. Era solo merce di scambio.

Getty Images
Getty Images

Continua la lettura di Il vero gesto atletico

«Tom Hanks più affidabile di Obama». Usa, i cittadini bocciano la classe politica

Da Denzel Washington a Meryl Streep: attori ed artisti nella classifica delle persone più fidate. Anche Michelle precede il marito

di Paolo Mastrolilli (lastampa.it, 8 maggio 2013)

Da chi comprereste un’auto usata? Oppure meglio: a chi affidereste il governo del Paese? Gli americani non hanno dubbi: Tom Hanks. E poi Sandra Bullock, Denzel Washington e Meryl Streep. Il presidente Obama arriva solo al sessantacinquesimo posto, nella graduatoria della fiducia stilata da Reader’s Digest attraverso un sondaggio, superato al tredicesimo persino da Clint Eastwood, che tanto lo aveva sfottuto parlando con una sedia vuota durante l’ultima Convention repubblicana a Tampa. Il primo tra i politici, o comunque tra le persone vicine al mondo della politica, è la First Lady Michelle. Continua la lettura di «Tom Hanks più affidabile di Obama». Usa, i cittadini bocciano la classe politica