Difesa delle donne, minoranze e lotta alle armi: Hollywood porta l’attualità sul palco degli Oscar

di Simona Siri (lastampa.it, 5 marzo 2018)

Tenere insieme il movimento #metoo e #timesup, mischiarlo con le proteste contro le armi, aggiungerci Harvey Weinstein, i ragazzi di Parkland, l’orgoglio nero di Black Panther, Porto Rico, Donald Trump, Mike Pence e i messicani. Sembrava un’impresa impossibile.

Viola Davis tiene la busta con il nome del Miglior attore non protagonista - Dolby Theatre, 4 marzo 2018 (Matt Sayles/AMPAS via Getty Images)

Viola Davis tiene la busta con il nome del Miglior attore non protagonista – Dolby Theatre, 4 marzo 2018 (Matt Sayles/AMPAS via Getty Images)

Continue reading

Parrucche bionde e sguardi feroci, così Donald ha reso «di nuovo grande» la satira in America

di Massimo Gaggi («Corriere della Sera», 11 marzo 2017)

«Mi dicono che quello appena pronunciato da Trump davanti al Congresso non era il Discorso sullo stato dell’Unione. È vero: stasera, infatti, hanno vinto i Confederati». I commentatori avevano appena cominciato ad analizzare il primo discorso del nuovo presidente davanti alle Camere riunite e già, nel Late Show della Cbs, arrivava l’attacco satirico di Stephen Colbert contro il Trump «sudista».

Taran Killam, Donald Trump e Darrell Hammond al Saturday Night Live del 7 novembre 2015 (Dana Edelson/NBC/NBCU Photo Bank, Getty Images)

Taran Killam, Donald Trump e Darrell Hammond al Saturday Night Live del 7 novembre 2015 (Dana Edelson/NBC/NBCU Photo Bank, Getty Images)

Continue reading