Archivi tag: Jorge Mario Bergoglio

Bergoglio e quel debole per il Neorealismo

di Nicola Graziani (agi.it, 18 luglio 2021)

Ho visto tutti i film di Aldo Fabrizi e Anna Magnani e amo il Neorealismo: Papa Francesco aveva già professato, nelle sue prediche da Santa Marta nel primo lockdown imposto dal Covid-19, la sua ammirazione per il cinema italiano dell’immediato dopoguerra. Oggi torna sull’argomento in una lunga intervista con Dario Viganò, pubblicata nell’ultimo libro del monsignore: Lo sguardo: porta del cuore. Il Neorealismo tra memoria e attualità (Effatà). «Devo la mia cultura cinematografica soprattutto ai miei genitori», racconta Bergoglio.

Continua la lettura di Bergoglio e quel debole per il Neorealismo

Bergoglio e lo scandalo del dolore

di Davide Rondoni (quotidiano.net, 6 luglio 2021)

Il mondo in apprensione per un corpo. Quello del Papa. Era successo anche quando, spudoratamente, Papa Wojtyła appariva macilento, ammutolito e sacro. E poi per Papa Ratzinger, che apparve, prima di quasi celarsi, infragilito e lucente. Il cristianesimo è la fede in un corpo. Non in un’idea. Perciò l’apprensione per il corpo del Papa non è la medesima apprensione per il corpo, che so, di un presidente o di una star. Somiglia, specie per come ne parlano i media. Ma, per i cristiani, è tutt’altra faccenda. È un’apprensione mista a gratitudine. Insomma, è il ripetersi, il rinnovarsi di una questione che non si esaurisce con la ovvia e giusta apprensione per il corpo di un leader.

Ph. Daniel Dal Zennaro / Efe

Continua la lettura di Bergoglio e lo scandalo del dolore

Il corpo del Papa e chi lo cura

di Enrico Cicchetti (ilfoglio.it, 5 luglio 2021)

«Sua Santità Papa Francesco è in buone condizioni generali, vigile e in respiro spontaneo», ha garantito il direttore della Sala stampa vaticana. «L’intervento chirurgico per la stenosi diverticolare effettuato nella serata del 4 luglio ha comportato una emicolectomia sinistra ed ha avuto una durata di circa tre ore. Si prevede una degenza di circa sette giorni salvo complicazioni». Il chirurgo che ha operato il Papa al Policlinico Gemelli di Roma — che, per la sua ripetuta frequentazione, Giovanni Paolo II ribattezzò «il Vaticano n. 3», dopo il Palazzo apostolico e la residenza di Castel Gandolfo — si chiama Sergio Alfieri, ha cinquantacinque anni e fino ad oggi ha condotto più di 9mila interventi. E oggi le agenzie battono che il medico proviene dalla «scuola dei chirurghi vicini ai pontefici».

Domenico di Bartolo, “Governo e cura degli infermi”, 1440 (Siena, Spedale di Santa Maria della Scala)

Continua la lettura di Il corpo del Papa e chi lo cura

Bergoglio al telefono e i papi dannati

di Nicola Graziani (agi.it, 9 maggio 2020)

Oh che scandalo, il Papa all’Inferno! Verrebbe da pensare: mica ci può andare, lo stabilisce il contratto. Sarebbe come dire, restando in tema di diavoli, che Berlusconi lascia il Monza per tornare ai vecchi amori. Disgusto tra i benpensanti, orrore tra i fedeli e, nel secondo esempio, tra i fedelissimi. Pietra del suddetto pubblico sconcerto una telefonata fatta da Francesco a un ragazzo autistico che vive in quel di Caravaggio, provincia di Bergamo.

Il Giudizio Universale: Psicostasis (Basilica di Santa Maria Assunta, Torcello)
Il Giudizio Universale: Psicostasis
(Basilica di Santa Maria Assunta, Torcello)

Continua la lettura di Bergoglio al telefono e i papi dannati

Il papato è un grande film, soprattutto se i papi sono due

di Francesco Peloso (internazionale.it, 9 gennaio 2020)

Joseph Ratzinger aveva davvero la forte ambizione di fare il papa e promosse la propria candidatura tra i cardinali riuniti in conclave nel 2005? Jorge Mario Bergoglio si sentiva veramente perseguitato dai fantasmi della dittatura argentina prima di essere eletto pontefice?

Netflix
Netflix

Continua la lettura di Il papato è un grande film, soprattutto se i papi sono due

“Beyond the Sun”, il film in cui papa Francesco interpreta sé stesso

Presentato alla Festa del Cinema di Roma, il film sta al resto del cinema come le canzoni che si suonano in chiesa stanno al resto della musica

(wired.it, 9 novembre 2017)

Si chiama Beyond the Sun ed è stato prodotto dalla società italiana con sede in America, AMBI Media. È stato girato in Argentina ma è parlato in inglese per avere la massima diffusione. Papa Francesco ovviamente interpreta sé stesso ed in una scena che non fa parte della trama (ma con un trucco in realtà ci rientra), parla ai bambini protagonisti della storia per 5 minuti a film finito (dai suoi appartamenti) e gli spiega come trovare Gesù.Beyond_the_Sun Continua la lettura di “Beyond the Sun”, il film in cui papa Francesco interpreta sé stesso

Impegno sul clima, il Papa riceve Leonardo Di Caprio

Dopo gli interventi al Cop21 a Parigi e a Davos, la star di Hollywood in Vaticano dalle 11:15 alle 11:30 con il Pontefice della “Laudato sii”

(lastampa.it, 28 gennaio 2016)

Papa Francesco ha ricevuto l’attore Leonardo Di Caprio. La star di Hollywood, nuovamente candidato all’Oscar per il film The Revenant (Redivivo) del regista messicano Alejandro Gonzalez Inarritu, è molto attivo nel campo della salvaguardia ambientale.Papa_Leo Continua la lettura di Impegno sul clima, il Papa riceve Leonardo Di Caprio

Altro che Bergoglio, la vera star della tv è papa Ratzinger

di Filippo Di Giacomo («Il Venerdì di Repubblica», 1° maggio 2015)

Ma quanto vale papa Francesco per la televisione? La sua immagine pesa come quella del «papissimo» Giovanni Paolo Il, è stato detto dopo l’ultima settimana santa. Insomma, anche Bergoglio nel mondo catodico sarebbe un papa «grandi ascolti». Il must degli eventi papal-televisivi, la trasmissione cioè che meglio si presta ad essere analizzata secondo le categorie della partecipazione e del gradimento è senza dubbio la Via Crucis del venerdì santo, trasmessa nel nostro e in altri 60 Paesi del mondo, soprattutto latino-americani. Continua la lettura di Altro che Bergoglio, la vera star della tv è papa Ratzinger

«When pope saw Evita» in new book

Sheds light on little-known spells as Jesuit in Cordoba

(http://www.ansa.it/english/news/vatican/2014/09/26/when-pope-saw-evita-in-new-book_4f6e75a7-4417-4228-8fd3-cad6fae93be4.html)

(ANSA) – Buenos Aires, September 26 – Pope Francis had a youthful brush with Evita Peron in Buenos Aires, according to a new book relating little-known details of Jorge Mario Bergoglio’s life, especially two formative spells in the city of Cordoba. «I saw Eva on one occasion when I went with my brother into a ‘unidad basica’ (Peronist chapter) looking for booklets for a piece of work in school», Francis told the authors of Quel Francesco (That Francis), Javier Camara and Sebastian Pfaffen, who handed the pope a copy in the Vatican Thursday. «She was there, she greeted us», said the former archbishop of Buenos Aires. Continua la lettura di «When pope saw Evita» in new book