A una cantante pop affidato il compito del delicato rapporto fra le due Coree (per i Giochi olimpici)

(huffingtonpost.it, 21 gennaio 2018)

Il delicato rapporto fra le due Coree è in mano a una cantante pop. Una delegazione della Corea del Nord, guidata da Hyon Song-Wol, cantante di un complesso pop femminile molto popolare nel suo Paese chiamato Moranbong Band e fondato dallo stesso leader Kim Jong-Un, è arrivata a Seul.

Getty Images

Getty Images

Continue reading

Aiuto, l’Occidente si sta Trumpizzando (e per le democrazie liberali è crisi nera)

di Alessio Postiglione (linkiesta.it, 4 gennaio 2018)

Non vince chi ce l’ha più grosso, ma chi lo usa meglio. È così anche in politica, parafrasando la greve battuta di Trump a Kim Jong-un. Il potere della deterrenza nucleare, infatti, è sempre stata una partita a scacchi dove prevaleva l’intelligenza, ma ecco che, nell’era Trump, tutto diventa battutismo e volgarità.TRUMPUSCONI Continue reading

Dal ring alla diplomazia, l’ex wrestler amico di Kim

Il lottatore giapponese Antonio Inoki, oggi senatore, è stato in visita a Pyongyang 32 volte. Nei fumetti era il nemico dell’Uomo Tigre. Ora parla di nucleare con i vertici dell’esercito

di Guido Santevecchi («Corriere della Sera», 16 settembre 2017)

Da quando nel dicembre del 2011 ha ereditato il potere assoluto, Kim Jong-un non ha incontrato alcun capo di governo straniero; l’ambasciatore britannico a Pyongyang, per vedere da vicino il Maresciallo, dovette accettare di salire su un vagone delle montagne russe che il giovane leader stava inaugurando. Nessun colloquio con Xi Jinping, il presidente della Cina che pure salva la Nord Corea dal collasso economico.Dennis-Rodman-Interview-Kim-Jong-Un-is-Friend-for-Life Continue reading

Angelino Albano

di Massimo Gramellini (corriere.it, 29 settembre 2017)

Dopo che gli appelli delle Nazioni Unite, della Cina e persino del senatore Razzi erano caduti nel vuoto, l’umanità guardava ad Albano Carrisi come all’ultima speranza. Nello scacchiere internazionale soltanto lui aveva l’autorevolezza per convincere il prestigiatore nordcoreano Kim Sala Bim a rinunciare ai suoi giochi atomici.albano Continue reading

Guerra in Corea? Niente paura, c’è Antonio Inoki

Il leggendario lottatore giapponese, oggi senatore, è partito per una missione diplomatica a Pyongyang

di Michele Caltagirone (blastingnews.com, 7 settembre 2017)

“Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare” avrebbe detto il compianto John Belushi. Nel caso specifico, la delicata situazione internazionale in Corea del Nord non è affatto un gioco ed i primi Paesi ad essere coinvolti, nell’eventualità dello scoppio di una guerra, sarebbero i vicini Corea del Sud e Giappone.Inoki Continue reading