Leonardo DiCaprio, “Punto di non ritorno – Before the Flood” è il suo documentario sul riscaldamento globale

di Claudia Rossi (ilfattoquotidiano.it, 2 novembre 2016)

Che suo padre fosse un fumettista underground, che fosse amico intimo di Lou Reed, che avesse lavorato nello studio di Warhol e che quindi la sua infanzia fosse stata accarezzata dalla cosiddetta controcultura non sono informazioni così diffuse come quelle che riguardano i suoi fidanzamenti patinati. Gossip caramellato batte aneddotica che non ti aspetti 1-0.before_the_flood Continue reading

Robert De Niro: «Donald Trump? Completamente fuori di testa, come Travis Bickle di “Taxi Driver”»

Anche De Niro contro il tycoon candidato repubblicano alla Casa Bianca: «È folle, non dovrebbe essere nemmeno dove si trova ora, è completamente fuori di testa»

di Annalisa Grandi (corriere.it, 13 agosto 2016)

Anche Robert De Niro si aggiunge alla lunga schiera di star di Hollywood contro Donald Trump. Il divo americano, al festival del cinema di Sarajevo per presentare la versione digitale del film di Martin Scorsese Taxi Driver, in occasione del 40esimo anniversario della sua uscita, dice la sua su Trump.trump-travis Continue reading

L’eco della Guerra fredda nella carriera di Elia Kazan

di Sergio Romano («Corriere della Sera», 14 novembre 2014)

Le rivelazioni di Kazan al Comitato per le attività «non americane» avrebbero destato meno scalpore se il regista teatrale e cinematografico non fosse già allora, nel 1952, una delle personalità più geniali e ammirate nel mondo dello spettacolo americano. Quando nacque a Costantinopoli, nel settembre del 1909 in una famiglia di origine greca, il suo nome era Kazanjoglous. Divenne Kazan nel 1913 quando la famiglia si trasferì a New York e decise di accorciare il cognome per meglio integrarsi nella società americana. Continue reading