Eurovision 2016, la Russia contro il trionfo dell’Ucraina: «Vittoria politica, da annullare»

Il successo di Jamala, con la canzone 1944 che ricorda il dramma della deportazione dei tartari in Crimea su ordine di Stalin, scatena le reazioni a Mosca

di Raffaella Cagnazzo (corriere.it, 15 maggio 2016)

La vittoria dell’Ucraina all’Eurovision Song Contest diventa un caso politico. A sollevare la questione è un senatore russo, Klintsevitch Frantz: «È la politica che ha sconfitto l’arte» dice a proposito della canzone 1944 (che ricorda il dramma della deportazione dei tartari in Crimea su ordine di Stalin) con cui la cantante Jamala ha trionfato alla manifestazione canora.Jamala Eurovision 2016 Continue reading