I diritti dei neri e i nove di Little Rock: Paul McCartney svela la genesi di “Blackbird”

In Arkansas l’incontro tra il musicista e le donne che ispirarono la sua canzone

di Francesco Zaffarano (lastampa.it, 2 maggio 2016)

Il 22 novembre del 1968 usciva The Beatles, l’album della band di Liverpool passato alla storia col nome di White album (o Album bianco). Tra i brani di quel disco c’era Blackbird, nel cui testo la critica ha sempre letto riferimenti al movimento per i diritti civili degli afroamericani. Una lettura che Paul McCartney, autore della canzone, non ha mai smentito e che, ora, trova la sua definitiva conferma.

Incredible to meet two of the Little Rock Nine--pioneers of the civil rights movement and inspiration for Blackbird. pic.twitter.com/QrnOQnqrFX—Paul McCartney (@PaulMcCartney) May 1, 2016

Incredible to meet two of the Little Rock Nine–pioneers of the civil rights movement and inspiration for Blackbird. pic.twitter.com/QrnOQnqrFX—Paul McCartney (@PaulMcCartney) May 1, 2016

Continue reading

Per l’anno nuovo lo star system s’impegna

Bono e gli U2 celebrano Mandela, Gigi D’Alessio solidarizza con i forconi e Povia canta le sue teorie complottiste

di Luca Bottura («Sette», suppl. al «Corriere della Sera», 3 gennaio 2014)

Progetti per il futuro? La più ovvia delle domande nei più ovvi talk show trova una risposta preventiva su Sette. Leggete qui e scoprirete come sarà il 2014 di alcuni tra i più noti esponenti dello star system mondiale, e anche Povia, tutti all’insegna della tendenza che caratterizzerà l’anno ch’è appena nato: la canzone impegnata.

THE BEATLES Dopo l’album di inediti realizzato per preservare i diritti, i Fab Four tornano nei negozi con un nuovo lavoro realizzato riproducendo le voci di John e George attraverso un sofisticato algoritmo. Purtroppo l’algoritmo è lo stesso utilizzato per i microchip dei Cinque Stelle e quindi il primo singolo si intitolerà: Go to fuck yourself. Continue reading