Archivi tag: Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi si autonomina assessore a Tor Bella Monaca

di Natascia Grbic (fanpage.it/roma.it, 29 ottobre 2021)

«Il compito di un assessore è quello di produrre idee che vengono realizzate, non di stare su una poltrona. Non a caso ho fatto diventare Sutri uno dei borghi più belli d’Italia in tre mesi. Se poi Franco ha cambiato idea, ripeto, è una proposta che viene da lui, io sono già pronto a dare le dimissioni. Tutto il resto sono fanfaluche, la compatibilità c’è tutta e le funzioni di assessore uno le svolge in funzione delle sue capacità, non si tratta di fare il custode di Tor Bella Monaca». A parlare all’Adnkronos è Vittorio Sgarbi, che ieri, in un video visionato per prima da Agenzia Nova, ha dichiarato che sarà il nuovo assessore alla Cultura del Municipio VI, unica zona che ha visto eletto un minisindaco di centrodestra.

Continua la lettura di Vittorio Sgarbi si autonomina assessore a Tor Bella Monaca

Righeira, Maradona e Japino: l’eco degli anni Ottanta nelle liste per le amministrative

di Claudio Bozza (corriere.it, 3 agosto 2021)

Johnson Righeira, Sergio Japino, Hugo Maradona… sembra l’inizio di una playlist che tra musica, tv e calcio ci rituffa negli anni Ottanta. E invece sono i tre vip scesi in campo per le prossime elezioni amministrative di ottobre, con liste che vanno da destra all’estrema sinistra. Il cantautore Stefano Righi, conosciuto come Johnson Righeira (oggi impegnato anche come vignaiolo) dell’omonimo duo musicale, autore di canzoni ancora oggi cult come Vamos a la playa e L’estate sta finendo, si candida consigliere comunale di Torino. Il suo nome comparirà nella lista civica Torino Città Futura.

Continua la lettura di Righeira, Maradona e Japino: l’eco degli anni Ottanta nelle liste per le amministrative

Morgan conferma: «Mi candido a sindaco di Milano»

di Enzo Boldi (giornalettismo.com, 15 ottobre 2020)

Non era una provocazione e la conferma arriva dalla voce del diretto interessato. Morgan candidato sindaco di Milano è una notizia reale e non una boutade lanciata da Vittorio Sgarbi. Lo ha detto lo stesso cantante (al secolo Marco Castoldi), intervenendo alla trasmissione Un giorno da pecora, in onda su Rai Radio 1. «È stata una proposta arrivata da Vittorio Sgarbi in tarda notte. I milanesi potrebbero amare e apprezzare questa cosa nel momento in cui mi candiderò veramente, se la cosa si concretizzerà. E lì esporrò la mia visione della rinascita della città. Sì, ho accettato la proposta perché mi piacciono le sfide, perché mi piace l’idea di poter intervenire sulla città che amo profondamente e che è la mia città».

Ph. Gabriele Micalizzi
Ph. Gabriele Micalizzi

Continua la lettura di Morgan conferma: «Mi candido a sindaco di Milano»

Giletti, Porro, Sgarbi: la Destra fa il palinsesto in Campidoglio

(blitzquotidiano.it, 13 ottobre 2020)

Giletti sindaco di Roma o comunque candidato della Destra? Può essere, ci stanno pensando, Giletti compreso. Ma qualcuno a Destra preferisce e suggerisce Porro. Si aggiunge, anzi si infila Sgarbi. Nessuno a Destra lo vuole davvero, ma lui…VittorioSgarbi_sindaco_Roma Continua la lettura di Giletti, Porro, Sgarbi: la Destra fa il palinsesto in Campidoglio

La deposizione di Vittorio Sgarbi

di Andrea Martella (huffingtonpost.it, 26 giugno 2020)

Puoi pure essere stato indiscutibilmente un fuoriclasse, essere diventato un grandissimo allenatore e aver vinto la Champions e la Coppa intercontinentale o come si chiama adesso, ma ogni volta che ti vedrò per me sarai sempre quello sfocato che scendeva le scalette per lo spogliatoio lasciandoti alle spalle la Coppa, bella, in primo piano, dopo essere stato espulso nella finale dei Campionati del mondo del 2006.

ph. Francesco Bongarrà / Ansa
Ph. Francesco Bongarrà / Ansa

Continua la lettura di La deposizione di Vittorio Sgarbi

Alessandra Mussolini, piroette con le stelle

di Gianluca Veneziani (“Libero”, 24 giugno 2020)

Nel ballo della politica non è certo una debuttante. Ma ora ha compreso che è molto meglio scendere in pista che scendere in campo. E così, dopo una carriera tra Parlamento e tv, Alessandra Mussolini ha fatto il grande passo (doble): diventare una concorrente di Ballando con le stelle, il programma di RaiUno condotto da Milly Carlucci, in onda per la nuova stagione dal 12 settembre. La scelta, per la quale la Mussolini ha rinunciato a partecipare al Gf Vip («Ho preferito una situazione meno complessa. Sono un’abitudinaria e stare tre mesi chiusa in una casa per me sarebbe dura», ci dice), pare sensata.AlessandraMussolini_stelle Continua la lettura di Alessandra Mussolini, piroette con le stelle

Non aprite quella tivù

di Maurizio Crippa (ilfoglio.it, 26 luglio 2019)

Non aprite quella finestra. Perché là fuori è peggio. C’è questo film horror, perdonerete se non ricordiamo né il titolo né il regista, non è nemmeno un gran film del resto. Comunque c’è uno scrittore di libri splatter che va fortissimo, anche più di uno Scurati, la gente si ammazza letteralmente fuori dalla libreria facendo la coda, ma poi chi legge diventa uno zombie o un demonio e finisce a schifìo: la fantasia, più che superare la realtà, se l’è maciullata.rissa_sgarbi_mughini Continua la lettura di Non aprite quella tivù

Sgarbi non ha mai portato a termine un mandato da sindaco

(agi.it, 25 agosto 2018)

Vittorio Sgarbi non ha mai portato a termine un mandato da sindaco. E dire che ormai è un habitué della poltrona di primo cittadino, peraltro sempre in posti diversi (e distanti) tra loro.

Ph. Maria Laura Antonelli / Agf
Ph. Maria Laura Antonelli / Agf

Continua la lettura di Sgarbi non ha mai portato a termine un mandato da sindaco

Caro Celentano, triste ritrovarti grillino e omologato

di Vittorio Sgarbi (ilgiornale.it, 4 febbraio 2018)

Poverino. Anziano e orgogliosamente ignorante. Le persone consapevoli dicono fino all’ultimo giorno: «Ancora imparo». Celentano è contento di essere ignorante, esalta il suo nipotino Di Maio, che sbaglia i congiuntivi e crede che Ravenna sia in Emilia.Fantastico8_1987_Celentano Continua la lettura di Caro Celentano, triste ritrovarti grillino e omologato

Ma quali dèi, oggi i divi sono persone comuni. E vivono online

di Marco Belpoliti (espresso.repubblica.it, 22 dicembre 2017)

Giorgio Selva, il protagonista del film Gli sdraiati, viene riconosciuto per strada; persino in ospedale la gente gli chiede di fare un selfie con lui; c’è poi chi gli sputa davanti in segno di disprezzo, ma anche questo è un segno evidente di popolarità. Selva è un giornalista.Mike-Grillo Continua la lettura di Ma quali dèi, oggi i divi sono persone comuni. E vivono online