L’ambizione segreta di George Clooney, la presidenza degli Stati Uniti

Esce in Francia biografia non autorizzata. Nozze con Amal per smentire omosessualità

(ansa.it, 5 luglio 2016)

Il gossip circola da tempo, ma nero su bianco in una biografia non autorizzata nessuno l’aveva scritto. George Clooney punterebbe alla presidenza degli Stati Uniti del 2018 – la politica attiva è un suo antico pallino, e le sue regie cinematografiche lo dimostrano – e anche il matrimonio con Amal Alamuddin, affermata e potente avvocato internazionale con un look chic da First Lady (le sue mise ricordano quelle di Jackie Kennedy, una coincidenza?) rientrerebbe in una manovra di avvicinamento per costruirsi un profilo adeguato alla Casa Bianca, nascondendo peraltro una presunta omosessualità assolutamente mai dichiarata.une-ambition-secrete_cover Continue reading