Silvio Berlusconi vuole una donna premier: Mara Carfagna in pole position

L’indiscrezione di Dagospia: il Cavaliere vaglia le possibili candidate a Palazzo Chigi e l’onorevole salernitana è la favorita nei sondaggi

di Marco Zonetti (affaritaliani.it, 28 luglio 2017)

Silvio Berlusconi punta su Mara Carfagna. Secondo le indiscrezioni di Dagospia, il Cavaliere, tornato agli antichi fasti e più rinvigorito che mai, vorrebbe una donna candidata premier per le prossime elezioni politiche.Carfagna97Vagliando i possibili nomi grazie ai sondaggi della fida Alessandra Ghisleri, aggiornati in tempo reale in una sorta di work in progress in costante monitoraggio, la favorita risulta essere l’ex Ministro delle Pari Opportunità. Mara Carfagna, che iniziò la sua avventura a Palazzo Chigi tra shakespeariane “fiondate e dardi” dei detrattori e delle malelingue, grazie alla sua dizione forbita e alla sua preparazione giuridica, dimostrò ben presto di essere padrona della situazione e di non essere soltanto una ex soubrette televisiva miracolata dalla politica. A partire dal look: via la chioma selvaggia, via gli abiti sexy, l’onorevole Carfagna puntò su un sobrio caschetto elegante e su tailleur castigati ma chic, a riprova di una sapiente attenzione alla propria immagine istituzionale. A dispetto di chi diffidava di lei, riuscì a diventare in breve tempo molto popolare nel partito e soprattutto nell’elettorato, che la premiò con una marea di preferenze alle comunali del 2016. Ma l’intelligente “amministrazione di sé” operata dall’ex Ministro l’ha portata a restarsene – strategicamente – lontana dai riflettori nell’ultimo anno, per poi tornare a far parlare di sé in questa torrida estate, e non certo per una foto in bikini o per un amorazzo estivo, bensì quale papabile candidata premier. Mara Carfagna, la donna che visse due volte, è tornata dunque al fianco del suo mentore Berlusconi e c’è da star sicuri che intendano riprendere a essere, esplosiva accoppiata politica quale sono, protagonisti principali della scena istituzionale italiana dei prossimi anni.