Archivi tag: Rishi Sunak

Nel Regno Unito si può votare anche per “candidati satirici”

Ph. Oli Scarff / Afp

(ilpost.it, 2 luglio 2024)

Il Regno Unito è un posto dove, la notte delle elezioni, il Primo Ministro deve condividere il palco del suo collegio elettorale con alcuni personaggi coloriti vestiti in modo eccentrico, in costume rosso da Elmo (il personaggio della serie animata Sesame Street) o con una tuta da guerriero spaziale. I “candidati satirici” [satirical candidates o joke candidatesN.d.C.], come vengono chiamati, sono una tradizione della politica britannica: sono persone che si candidano alle elezioni non per vincere ma per fare satira, ottenere visibilità o dare attenzione a una causa che ritengono importante.

Continua la lettura di Nel Regno Unito si può votare anche per “candidati satirici”

“Things Can Only Get Better” dei D:Ream, dall’arrivo di Blair all’addio a Sunak

Ph. Leon Neal / Getty Images

(ilpost.it, 1° luglio 2024)

Tra i tantissimi concerti al Festival di Glastonbury c’è stato anche quello del gruppo pop nordirlandese dei D:Ream, famoso soprattutto a metà degli anni Novanta. Era la prima volta che i D:Ream suonavano all’evento musicale più noto d’Europa e la loro esibizione era attesa soprattutto per Things Can Only Get Better, il tormentone che fu ripreso dai Laburisti di Tony Blair per poi diventare la colonna sonora della vittoria del partito alle elezioni politiche del 1997, dopo diciotto anni di governi conservatori.

Continua la lettura di “Things Can Only Get Better” dei D:Ream, dall’arrivo di Blair all’addio a Sunak

Il leader dei Lib-Dem britannici ha deciso di puntare sull’intrattenimento

Ph. Christopher Furlong / Getty Images

(ilpost.it, 25 giugno 2024)

Il sistema elettorale del Regno Unito, dove solo il partito che arriva primo in un collegio ottiene il rispettivo seggio in Parlamento, ha storicamente incentivato il bipolarismo. La politica è divisa in due schieramenti: a sinistra i Laburisti e a destra i Conservatori. I due partiti più grossi, oltre a ricevere la maggior parte dei voti, monopolizzano l’attenzione mediatica.

Continua la lettura di Il leader dei Lib-Dem britannici ha deciso di puntare sull’intrattenimento

Rishi Sunak, re Mida alla rovescia: ridicolizzato per le Adidas Samba

di Luigi Ippolito (corriere.it, 8 aprile 2024)

Il bacio della morte di Rishi Sunak rischia di sotterrare anche le Adidas. L’impopolare primo ministro britannico è comparso in un video a Downing Street con ai piedi un paio di Samba, le scarpe del momento: ma è stato subito ridicolizzato sui social e adesso la stessa sorte potrebbe toccare alle amatissime calzature, che hanno di colpo perso la loro aura “cool”.

Continua la lettura di Rishi Sunak, re Mida alla rovescia: ridicolizzato per le Adidas Samba

La nuova croce di San Giorgio sulle maglie della Nazionale di calcio inglese

(ilpost.it, 23 marzo 2024)

Lunedì 18 marzo Nike ha presentato le nuove maglie che i giocatori della Nazionale maschile di calcio dell’Inghilterra indosseranno durante i campionati Europei, in programma la prossima estate in Germania. Da allora tifosi, ex giocatori e soprattutto alcuni politici si sono soffermati su un particolare secondo loro non trascurabile, cioè i nuovi colori scelti per la croce di San Giorgio, il simbolo sulla bandiera inglese.

Nike

Continua la lettura di La nuova croce di San Giorgio sulle maglie della Nazionale di calcio inglese

Luvumbu esulta come Lukaku, costretto a rifugiarsi in Congo

di Edoardo Giribaldi (huffingtonpost.it, 19 febbraio 2024)

Héritier Luvumbu, ala sinistra da qualche giorno non più in forze al Rayon Sports, squadra che naviga nelle zone alte della classifica della Premier League del Ruanda, massimo campionato di calcio a livello nazionale, segna, direttamente da calcio di punizione, il gol dell’1-0 nel match contro il Police F.C. Qualche giorno più tardi viene sospeso dalla Federazione calcistica del Ruanda per sei mesi, il suo contratto col Rayon Sports viene stracciato per “cattiva condotta” ed è costretto a lasciare il Paese, rifugiandosi nella Repubblica Democratica del Congo, accolto dal ministro dello Sport locale.

Continua la lettura di Luvumbu esulta come Lukaku, costretto a rifugiarsi in Congo