Scarcerato Voria Ghafouri, arrestato per propaganda in Iran

(ansa.it, 26 novembre 2022)

Le autorità iraniane hanno rilasciato su cauzione il calciatore, ex della Nazionale, Voria Ghafouri, arrestato giovedì scorso nell’ambito della repressione delle proteste per la morte di Mahsa Amini. L’arresto di Ghafouri, che è curdo e si era espresso a sostegno delle proteste, aveva suscitato clamore perché avvenuto mentre la selezione del ct Carlos Queiroz sta disputando i Mondiali in Qatar.

Continua la lettura di Scarcerato Voria Ghafouri, arrestato per propaganda in Iran

Il “Mondiale della vergogna” del 1978

(ilpost.it, 24 novembre 2022)

Nel pomeriggio del 1° giugno 1978 lo stadio Monumental di Buenos Aires era pieno di gente, lì per assistere alla cerimonia di apertura dei Mondiali di calcio. L’inizio di tutto quanto fu il discorso della massima autorità argentina, Jorge Videla, presentato dall’annunciatore come «tenente generale» ed «eccellentissimo presidente della nazione».

Stf / Ducklau / Ap

Continua la lettura di Il “Mondiale della vergogna” del 1978

I calciatori dell’Iran hanno ceduto alle pressioni e cantato l’inno

di Davide Sarsini (agi.it, 25 novembre 2022)

L’Iran non ha ripetuto la clamorosa protesta della prima giornata del Mondiale e contro il Galles tutti i suoi giocatori hanno cantato o almeno mormorato l’inno nazionale. Le immagini li hanno mostrati in primo piano, tutti con la bocca semi-aperta.

Ap

Continua la lettura di I calciatori dell’Iran hanno ceduto alle pressioni e cantato l’inno

La clamorosa protesta della Germania ai Mondiali in Qatar

a cura di Maurizio De Santis (fanpage.it, 23 novembre 2022)

Mano sulla bocca: è la clamorosa forma di protesta della Germania, che posa così per la foto di rito prima della partita dei Mondiali con il Giappone. Imbavagliati, così si mostrano i calciatori tedeschi: lo fanno per accendere i riflettori contro la censura imposta perché in Qatar certi argomenti, come la questione dei diritti civili, umani e la condizione dei lavoratori, sono considerati tabù, qualcosa di perseguibile per legge.

Continua la lettura di La clamorosa protesta della Germania ai Mondiali in Qatar

Kanye West torna su Twitter e annuncia nuova corsa alla Casa Bianca

(adnkronos.com, 21 novembre 2022)

«Prova prova, sto vedendo se il mio Twitter è sbloccato», seguito da un eloquente «shalom». Kanye West, che ora si fa chiamare Ye, è tornato ieri pomeriggio sul Twitter di Elon Musk dopo che il suo account era stato bloccato nelle scorse settimane a causa di un post antisemita. Nelle stesse ore, in un video pubblicato per sfoggiare i capi del suo marchio di abbigliamento YE24, Kanye West ha dichiarato anche che intende candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti nel 2024.

Ph. Kevin Mazur / Getty Images for Universal Music Group

Continua la lettura di Kanye West torna su Twitter e annuncia nuova corsa alla Casa Bianca

Musk riapre Twitter a Donald Trump, che rifiuta

(adnkronos.com, 20 novembre 2022)

E infine, il nuovo proprietario, Elon Musk, ha riammesso Donald Trump su Twitter, dal quale era stato bannato in seguito ai fatti di Capitol Hill, per incitazione alla violenza. Musk, che in questi giorni sta affrontando un esodo di personale che minaccia di far fallire il nuovo corso del social network, ha sempre detto che avrebbe riammesso Trump sulla piattaforma qualora ne fosse diventato il ceo, e così è stato.

The White House

Continua la lettura di Musk riapre Twitter a Donald Trump, che rifiuta

I capitani delle nazionali non potranno usare fasce arcobaleno ai Mondiali in Qatar

(ilpost.it, 21 novembre 2022)

In un comunicato congiunto pubblicato lunedì, le nazionali di calcio di Inghilterra, Galles, Belgio, Danimarca, Germania, Olanda e Svizzera hanno annunciato che i loro capitani non indosseranno le fasce arcobaleno durante i Mondiali di calcio in Qatar. Durante le fasi finali dei tornei organizzati dalla Fifa, i capitani di ciascuna nazionale partecipante possono indossare soltanto fasce approvate e fornite dall’organizzazione stessa.

Ph. Michael Regan / Getty Images

Continua la lettura di I capitani delle nazionali non potranno usare fasce arcobaleno ai Mondiali in Qatar

La protesta arriva al Mondiale: gli iraniani non cantano l’inno, gli inglesi s’inginocchiano

(agi.it, 21 novembre 2022)

Primo gesto di protesta della nazionale iraniana ai mondiali in Qatar: nessuno degli 11 giocatori in campo ha cantato l’inno prima della partita di esordio contro l’Inghilterra. Si tratta di una chiara espressione di solidarietà della squadra con le proteste in corso nel Paese da oltre due mesi per chiedere maggiori libertà e la fine della Repubblica islamica.

Getty Images

Continua la lettura di La protesta arriva al Mondiale: gli iraniani non cantano l’inno, gli inglesi s’inginocchiano

Gli arresti di personaggi famosi in Iran che sostengono le proteste contro il regime

(ilpost.it, 21 novembre 2022)

Domenica in Iran sono state arrestate due attrici piuttosto note a livello nazionale, Hengameh Ghaziani e Katayoun Riahi, che si erano mostrate in pubblico senza velo per esprimere solidarietà a chi sta manifestando contro il regime. La loro protesta non è stata isolata: di recente diversi personaggi popolari in Iran, conosciuti per essere noti nei settori dello spettacolo, dello sport e della cultura, hanno espresso apertamente il proprio sostegno ai manifestanti, e sono stati arrestati.

Hengameh Ghaziani via Twitter

Continua la lettura di Gli arresti di personaggi famosi in Iran che sostengono le proteste contro il regime