La ciclista che mostrò il dito medio a Trump ha vinto un’elezione locale in Virginia

(ilpost.it, 6 novembre 2019)

Juli Briskman, una donna statunitense diventata famosa un paio di anni fa per una foto che la ritraeva in bicicletta mentre mostrava il dito medio all’auto su cui viaggiava il presidente Donald Trump, è stata eletta in un organo politico equivalente a un consiglio provinciale nella contea di Loudoun, in Virginia.

Ph. Brendan Smialowski / Afp

Ph. Brendan Smialowski / Afp

Continue reading

La politica americana sta tirando dentro gli influencer

(ilpost.it, 6 ottobre 2019)

Sempre più politici e partiti statunitensi si stanno rivolgendo agli influencer dei social network per farsi aiutare con le proprie campagne elettorali, nel tentativo di parlare con fasce demografiche difficili da raggiungere con le tradizionali forme di comunicazione politica, principalmente quelle più giovani. Ci stanno provando per esempio i candidati alle primarie Democratiche Kamala Harris, Bernie Sanders e Andrew Yang.shiba-influencer Continue reading

La maschera di Grillo-Joker

di Ida Dominijanni (internazionale.it, 17 ottobre 2019)

Che ci faceva la maschera di Joker sulla faccia di Beppe Grillo la sera del decimo compleanno del Movimento 5 Stelle? In che rapporto sta quella maschera con il discorso “visionario” e spiazzante che il fondatore ha recitato per rinverdire la sua aura al cospetto dei dirigenti e dei militanti disorientati dalla loro mutazione genetica?

Ap / LaPresse

Ap / LaPresse

Continue reading

Lapo viva. Ecco il leader

di Maurizio Crippa (ilfoglio.it, 10 ottobre 2019)

Diciamoci la verità. Fintantoché non si sarà chiarito se Beppi Conte è il nuovo Craxi, o almeno un nuovo Forlani. Fintantoché non si sarà capito se Giggino possiede o meno la stazza internazionale di un nuovo Alfano. Fintantoché non sapremo se Matteo Renzi riuscirà o no a uscire dal cul-de-sac (per usare un eufemismo) del quattro per cento dove per ora si è ficcato.

Ph. Piero Cruciatti / LaPresse

Ph. Piero Cruciatti / LaPresse

Continue reading

L’autunno della politica ha un solo mentore: Stephen King

di Luigi Crespi (huffingtonpost.it, 1° ottobre 2019)

L’autunno che inizia lascia finalmente alle nostre spalle una delle estati più pazze e indecifrabili della politica italiana. Viviamo in un Paese con poche certezze. Una di queste è che non va bene per chi intende seguire le abitudini di alcuni ordini indiani. Chi decidesse di praticare, in Italia, i quaranta giorni sabbatici si metterebbe fuori dal mondo. In quaranta giorni cambia tutto. Dalla guerra alle ong allo ius soli è un attimo, roba di giorni. Non ci sono più nemmeno i governi balneari di una volta.

Mondadori Portfolio via Getty Images

Mondadori Portfolio via Getty Images

Continue reading