Dinastie liquide: Harry e Meghan inaugurano l’unica forma di monarchia possibile

di Dario Ronzoni (linkiesta.it, 15 gennaio 2020)

Da un lato ci sono le stagioni di The Crown, che a rilento ricoprono gli anni del regno di Elisabetta II. Dall’altro è già cominciato, nella realtà, lo spin-off della monarchia inglese. Passato lo shock iniziale delle dimissioni reali, concetto così nuovo che non esiste ancora una formula per definirlo (ci si può licenziare dalla posizione di membri della famiglia reale?), si comincia a prendere le misure della novità.

Ph. Daniel Leal-Olivas / Getty Images

Ph. Daniel Leal-Olivas / Getty Images

Continue reading

Joaquin Phoenix e Martin Sheen arrestati durante le proteste per il clima a Washington

(adnkronos.com, 11 gennaio 2020)

Joaquin Phoenix è stato arrestato venerdì scorso. L’attore, premiato di recente con un Golden Globe per il suo iconico ruolo di Joker, stava partecipando all’ultima manifestazione sul clima di Washington. Tra i dimostranti c’erano anche Jane Fonda (arrestata già diverse volte), Susan Sarandon e Martin Sheen, anche lui finito in manette.JoaquinPhoenix-MartinSheen Continue reading

La parola della settimana è: reali/e

di Massimo Sebastiani (ansa.it, 11 gennaio 2020)

In una recente intervista alla Bbc, Elisabetta II, la regina d’Inghilterra, mostra per la prima volta in tv la corona imperiale, che è il simbolo stesso del potere regale, e ne parla, la descrive. Da un lato lo fa con quel distacco di chi è consapevole che, attraverso quella corona, si esercita una funzione che altri prima e dopo di lei hanno esercitato e eserciteranno.La parola della settimana Continue reading

Lily Tomlin arrestata durante la protesta organizzata da Jane Fonda

di Beatrice Pagan (movieplayer.it, 27 dicembre 2019)

Lo scorso venerdì 27 dicembre l’attrice statunitense Lily Tomlin è stata arrestata mentre partecipava alla manifestazione organizzata da Jane Fonda, sua co-star nella serie Grace & Frankie che tornerà a gennaio sugli schermi di Netflix.JaneFonda-LilyTomlin Continue reading

Il gesto a noi noto come “saluto romano”

di Livia Capponi («Corriere della Sera – La Lettura», 17 gennaio 2016)

Il gesto a noi noto come “saluto romano”, con il braccio destro teso, alzato a circa 135 gradi dal corpo, e con le dita della mano unite, adottato dal regime fascista e poi dal nazismo, si presentava esplicitamente come un revival dell’eredità di Roma. Ma esisteva davvero quel gesto specifico di saluto nel mondo antico?

Jacques-Louis David, “Il giuramento degli Orazi” (Musée du Louvre, Parigi)

Jacques-Louis David, “Il giuramento degli Orazi”
(Musée du Louvre, Parigi)

Continue reading